de fr it

Joseph AntonScherrer

17.11.1847 Itaslen (oggi com. Bichelsee-Balterswil), 8.9.1924 Mammern, catt., di Kirchberg (SG). Figlio di Alois, piccolo contadino e oste, e di Waldburga Hollenstein. Fratello di Paul (->). (1876) Philippine Füllemann, figlia adottiva di Christoff. Dopo la scuola cant. di Frauenfeld, la scuola dell'abbazia di Einsiedeln e il collegio dei gesuiti a Feldkirch, studiò diritto a Monaco di Baviera e Basilea (1867-69). Avvocato a Sulgen e a titolo accessorio agricoltore (fino al 1886), si trasferì poi a San Gallo, dove fu attivo pure come avvocato (1886-91). Consigliere di Stato sangallese (1891-94), diresse il Dip. di giustizia. Dal 1894 lavorò di nuovo come avvocato e dal 1897 al 1909 come giudice di cassazione. Fu membro della Costituente cant. (1889-90), Granconsigliere (1895-1921) e Consigliere nazionale democratico (1890-1922). A San Gallo fu a capo del partito democratico e dei lavoratori. Assieme ai conservatori riuscì a fare accettare un programma di revisione della Costituzione cant. del 1890, di cui fu il principale autore. Come parlamentare si batté per l'introduzione del sistema proporzionale a livello cant. e fed. e per l'elezione popolare del Consiglio fed. In Consiglio nazionale fece parte del gruppo di politica sociale e si impegnò per la creazione di nuovi monopoli fed., come la creazione di una Banca statale (1902), di un monopolio fed. del grano (1908) e di una banca ipotecaria sviz. (1910). Nel 1900 inoltrò una mozione a favore dell'aumento del numero dei Consiglieri fed., e nel 1919 sostenne la revisione totale della Costituzione fed. Nelle questioni economiche e sociali si distanziò dalle correnti che difesero il concetto di lotta di classe. Fu fondatore e pres. della sezione sviz. dell'Unione interparlamentare, del cui consiglio fece parte tra il 1902 e il 1922. Durante e dopo la prima guerra mondiale fu tra i promotori del movimento pacifista intern.; chiese tra l'altro l'adesione della Svizzera alla Soc. delle Nazioni.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 582 sg.
  • O. Voegtle, «J. A. Scherrer», in NblSG, 113, 1973, 11 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF