de fr it

AlbertBöhi

12.6.1862 Schönholzerswilen, 28.12.1945 Bürglen (TG), rif., di Schönholzerswilen. Figlio di Johann Jakob, agricoltore, sindaco di Schönholzerswilen e pres. distr. Celibe. Studiò (dal 1882) diritto a Basilea, Monaco, Berlino e Zurigo e conseguì il brevetto turgoviese di avvocato. Poco incline all'avvocatura, preferì dedicarsi alla politica e alla carriera di giudice: fu sindaco a Schönholzerswilen (1887-97), giudice e cancelliere del tribunale distr. di Münchwilen (1887-89) e membro del tribunale d'appello turgoviese (1889-97). Deputato radicale al Gran Consiglio turgoviese (1890-97), dal 1897 al 1908 fece parte del governo cant. Responsabile del Dip. di giustizia, polizia e opere sociali, diede un importante contributo all'elaborazione delle leggi cant. sul mercato e la vendita ambulante (1898), sugli stipendi ai funzionari (1904), sull'economia (1905) e della prima legge turgoviese sui veicoli a motore (1905); partecipò inoltre all'elaborazione del progetto di compensazione finanziaria fra cant. e com. Oberato di lavoro, si dimise nel 1908 e riprese l'attività quale giudice del tribunale d'appello (1908-32). Dal 1909 al 1935 fu di nuovo in Gran Consiglio; quale pres. della commissione per la legislazione ebbe un importante ruolo nella stesura del Codice turgoviese di procedura civile del 1928. Deputato al Consiglio degli Stati (1910-35, pres. 1922-23), si guadagnò presto la fama di inesorabile difensore della legge: la Neue Zürcher Zeitung lo definì "il Catone di Bürglen". Fece parte del consiglio di amministrazione della Banca di credito ipotecario turgoviese (1896-1902) e fu pres. della commissione amministrativa paritetica (1908-41). Dal 1884 al 1945 amministrò inoltre le vaste proprietà (mulino, bosco, azienda agricola, centrale elettrica) della cognata Minna B.-Scheitlin, rimasta prematuramente vedova.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso StATG
  • Thurgauer Jahrbuch, 23, 1947/1948, 38 sg.
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 694
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF