de fr it

Johann ConradEisenhut

17.7.1843 Herisau, 15.3.1916 Herisau, rif., di Gais e Herisau. Figlio di Johann Konrad, proprietario di un negozio di ferramenta a Herisau, e di Anna Katharina Alder. Figliastro di Johann Jakob Diem, titolare di una tessitura e sindaco di Herisau. (1868) Hermine Gähler, figlia di Johannes, commesso. Dopo avere frequentato l'Ist. Zellweger a Gais e la scuola tessile a Elberfeld (oggi Wuppertal, 1862-64), rilevò la ditta del patrigno, che fino al 1877 diresse con Heinrich Suhner. Creò una tessitura specializzata in filo lucido (venduta nel 1915), i cui prodotti venivano esportati anche nei Paesi d'oltremare. Municipale (1875-83) e sindaco (1880-83) di Herisau, fu Granconsigliere di Appenzello Esterno (1878-94, 1896-1905), giudice d'appello (1884-85, 1892-97), Consigliere di Stato (1885-92; responsabile delle finanze) e Consigliere nazionale radicale (1893-1908). Fu inoltre membro del consiglio di amministrazione della Banca cant. (1879-94, pres. 1885-94), vicepres. della Soc. appenzellese di utilità pubblica (1880-87) e membro del sinodo evangelico di Appenzello Esterno (1881-99); dal 1883 al 1887 presiedette il Volksverein cant., precursore del partito radicale.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 511
  • AA. VV., Herisau, 1999, 204, 206, 265
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Fuchs, Thomas: "Eisenhut, Johann Conrad", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004142/2004-08-30/, consultato il 28.11.2020.