de fr it

Johann KonradOertli

26.11.1816 Teufen (AR), 21.7.1861 Teufen, rif., di Teufen. Figlio di Matthias (->) e di Anna Katharina nata O. Johanna, figlia di Johannes Georg Schläpfer. Dopo la scuola cant. a Trogen (1826-31) e il liceo a San Gallo (1831-33), studiò medicina a Jena, Heidelberg e Gottinga (1834-39), conseguendo il dottorato nel 1839. Medico a Teufen (dal 1839) e medico di divisione al servizio della Conf. (1848), fu membro della commissione sanitaria cant. (1841-53, pres. 1845-53), municipale (1841-44) e "capitano" o sindaco di Teufen (1844-45), membro del Piccolo Consiglio (1843-44) e del Gran Consiglio (1844-45) di Appenzello Esterno e, dal 1845 al 1848, Vicelandamano e inviato alla Dieta fed. Inoltre fece parte del tribunale matrimoniale (1845-53) e della commissione scolastica cant. (1845-53, pres. 1850-53) e fu Landamano (1848-53), primo Consigliere agli Stati di Appenzello Esterno (1848-49), pres. della commissione cant. delle strade (1851-53) e del tribunale militare cant. (1854-59), membro della commissione cant. di revisione (1858) nonché Consigliere nazionale (luglio-ottobre 1853, 1857-59).

Ritratto del politico appenzellese. Disegno a penna realizzato nel 1853 da Joseph Nieriker in base a uno schizzo di Leonhard Tanner (Kantonsbibliothek Appenzell Ausserrhoden, Trogen).
Ritratto del politico appenzellese. Disegno a penna realizzato nel 1853 da Joseph Nieriker in base a uno schizzo di Leonhard Tanner (Kantonsbibliothek Appenzell Ausserrhoden, Trogen).

Si oppose con vigore ai gesuiti e al Sonderbund, tra l'altro fondando e presiedendo un comitato cant. antigesuita (1845). In seno alla commissione di revisione della Costituzione fed. nel 1848 formò un "triumvirato radicale" con James Fazy e Jules Eytel, senza essere però un centralista. Quale corrispondente della Appenzeller Zeitung, pubblicò dapprima virulenti articoli contro i gesuiti e l'ultramontanismo, mentre più tardi illustrò la politica del governo. Con il suo atteggiamento tendenzialmente autoritario si fece numerosi nemici, spec. durante l'attuazione della legge cant. sulle strade del 1851. Non riconfermato nelle sue cariche cant. dalla Landsgemeinde nel 1853, venne però eletto nel Consiglio nazionale, malgrado si fosse opposto con veemenza a questa nomina. Per perdere il posto in parlamento si trasferì temporaneamente a Costanza. Nel periodo del Sonderbund, fu una delle figure di punta del liberalismo e radicalismo sviz.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 517 sg.
  • W. Schläpfer, Drei Landammänner Oertli von Teufen, 1989, 82-108
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF