de fr it

MarcRuchet

Ritratto del Consigliere federale, 1900 ca. (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammmlung und Fotoarchiv).
Ritratto del Consigliere federale, 1900 ca. (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammmlung und Fotoarchiv).

14.9.1853 Saint-Saphorin-sur-Morges, 13.7.1912 Berna, rif., di Bex. Figlio di Charles, insegnante, e di Lina Elisa Bäurlin. Anna-Rosa Hartmann, pittrice animalista, figlia di Charles. Studiò diritto a Losanna (licenza nel 1875) e Heidelberg. Compì un periodo di pratica nello studio legale di Louis Ruchonnet e nel 1878, dopo aver conseguito il brevetto di avvocato, divenne suo socio; nello studio frequentò Eugène Ruffy e Ernest Decollogny. Fece parte del consiglio di amministrazione della compagnia ferroviaria Svizzera occidentale-Sempione (1886-88) e della Ferrovia del Giura-Sempione (1890-99). Iniziò la carriera politica come deputato radicale al Gran Consiglio vodese (1882-93, pres. nel 1887) e Consigliere agli Stati (1887-93, 1896-99). Consigliere di Stato (1894-99, Dip. dell'istruzione pubblica e dei culti), introdusse la gratuità delle scuole dell'infanzia e la prima legge sulla conservazione dei monumenti storici in Svizzera. Alla fine del 1899 venne eletto in Consiglio fed. Diresse il Dip. degli interni (1900-03, 1906-10, 1912) e il Dip. delle finanze e delle dogane (1904). Pres. della Conf. nel 1905 e nel 1911, assunse in entrambe le occasioni la guida del Dip. politico. Il suo nome è legato alla legge sulla polizia delle foreste (1902) e alla fondazione della Lega per la conservazione della Svizzera pittoresca (1905, precorritrice dell'Heimatschutz). Provato dalla morte della moglie (1909) e da problemi di salute, dimissionò qualche giorno prima di morire. Tenente colonnello della giustizia militare. Fu membro dell'ass. studentesca Helvetia e della loggia massonica La Liberté.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 837
  • Altermatt, Consiglieri federali, 285-289
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF