de fr it

Pierre-IgnaceAubry

16.12.1796 Le Bémont, 10.4.1878 Saignelégier, catt., di Saignelégier. Figlio di Etienne Joseph, notaio, giudice di pace e segr. balivale, e di Marie Claire Farine. (1826) Agnès Fattet, figlia di Jean-Baptiste, commerciante di ferramenta e sindaco di Saignelégier. Frequentò le scuole secondarie a Soletta e studiò diritto a Berna e a Vienna. Precettore a Varsavia, fu in seguito procuratore legale. Membro dell'assemblea costituente di Berna dal 1831, fu deputato al Gran Consiglio bernese (1831-46, 1847-53), nel 1836 votò in favore degli articoli di Baden. Fu giudice della corte d'appello (1832-39). Dopo la revoca del mandato a Xavier Stockmar (1839), venne eletto al Consiglio esecutivo del cant. Berna (1839-46, 1853-54); fu inoltre Consigliere nazionale (1851-54). Capofila del movimento liberale nel 1830, nel 1846 sostenne il governo radicale di Karl Neuhaus, orientandosi però nel 1850 verso posizioni conservatrici. Fu tra i fondatori della Cassa di risparmio (1856) e dell'orfanotrofio del distr. delle Franches-Montagnes (1866) a Saignelégier.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 139
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Noirjean, François: "Aubry, Pierre-Ignace", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.10.2001(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004408/2001-10-22/, consultato il 30.11.2020.