de fr it

SimonEtlin

9.1.1818 Sarnen, 7.5.1871 Sarnen, catt., di Kerns e Sarnen. Figlio di Josef Ignaz, droghiere, e di Anna Maria Josefa Wallimann. Josephine Christen, di Stans. Frequentò la scuola lat. a Sarnen (1831-32), la scuola abbaziale di Muri (1833-35) e il collegio dei gesuiti di Friburgo (1836-38); dal 1838 al 1842 studiò medicina a Zurigo e a Friburgo in Brisgovia, conseguendo il dottorato a Monaco. A Sarnen esercitò la professione di medico (1843-71), ma fu anche insegnante di disegno al collegio (1844-68) e architetto sia di edifici privati (villa Landenberg, convitto e pensionato Niklaus von Flüe) sia di costruzioni pubbliche (ospedale con penitenziario, orfanotrofio), nello stile del classicismo borghese. Dal 1849 fece parte del Gran Consiglio di Obvaldo (pres. 1870-71) per il partito catt. conservatore. Consigliere di Stato dal 1853 al 1871 (tesoriere fino al 1858, dal 1861 per cinque volte Landamano), fu sindaco di Sarnen per cinque anni (nel periodo 1862-71) e pres. del locale com. patriziale (1869-71). Sedette anche in Consiglio nazionale (1866-71). Pubblicò opere su temi etici, di economia nazionale e politica sanitaria. Fu fondatore (nel 1870) e redattore dell'Obwaldner Volksfreund. Appassionato di pomologia, diede anche il nome a una varietà di pero (Etlibirne).

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 325 sg.
  • I. Zemp, Dr. S. Etlin, ms., 1999 (presso KBOW)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Simon Ettlin
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 9.1.1818 ✝︎ 7.5.1871

Suggerimento di citazione

Sigrist, Roland: "Etlin, Simon", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.11.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004481/2005-11-22/, consultato il 26.11.2020.