de fr it

NicolausHermann

Litografia a penna tratta dalla Schweizerische Portrait-Gallerie, Zurigo, Orell Füssli, 1888-1907 (Biblioteca nazionale svizzera).
Litografia a penna tratta dalla Schweizerische Portrait-Gallerie, Zurigo, Orell Füssli, 1888-1907 (Biblioteca nazionale svizzera).

21.10.1818 Sachseln, 4.8.1888 Sachseln, catt., di Sachseln. Figlio di Alois, commerciante di formaggi e Consigliere, e di Katharina Spichtig. Abiatico di Nikodem Spichtig . Cognato di Josef Ignaz Dillier e di Franz Wirz. Anna Maria Josefa Ignatia Ettlin, sorella di Simon Ettlin. Dopo il ginnasio a Engelberg e il collegio dei gesuiti a Friburgo, studiò diritto a Monaco (1837-40). Sufficientemente ricco per dedicarsi interamente alla politica, nel 1839 succedette al padre nella carica di Consigliere. Fu sindaco del com. di Sachseln (1841-88), tesoriere cant. (1841) e Landamano obvaldese (1842, 1845 e 1848). Inviato alla Dieta fed. (1843, 1846 e 1847), adottò una linea rigorosamente conservatrice. Dopo la fondazione dello Stato fed., fu Consigliere agli Stati obvaldese (1849-72; primo pres. della Svizzera centrale nel 1861), avvicinandosi ai liberali moderati. Fondatore (1862) e redattore (fino al 1873) della Obwaldner Zeitung, si sforzò di sensibilizzare la pop. rurale cant. sui vantaggi dello Stato fed. Nel 1872, per il suo sostegno alla revisione costituzionale, massicciamente respinta dagli Obvaldesi, venne accusato di anticlericalismo e non fu rieletto al Consiglio degli Stati. Mantenne però ininterrottamente le proprie cariche nel cant. e nel com. di Sachseln. In Gran Consiglio influenzò l'elaborazione di quasi tutte le leggi del periodo. Consigliere di Stato (1878) e nuovamente Landamano (1878, 1881, 1884 e 1887), fu eletto al Consiglio nazionale, dove aderì alla frazione catt.-conservatrice pur intrattenendo buoni rapporti con tutti gli schieramenti parlamentari. Giudice supplente (dal 1849 e di nuovo nel 1874-88) e giudice del Tribunale fed. (1854-74; pres. nel 1865), fu pure pres. del tribunale cant. obvaldese (1850-68) e del tribunale di appello (1868-78). Fece inoltre parte del Consiglio cant. dell'educazione (1849-84, pres. 1871-84). Nella metà del XIX sec. fu per quasi 50 anni il più eminente politico obvaldese.

Riferimenti bibliografici

  • E. Omlin, Die Landammänner des Standes Obwalden und ihre Wappen, 1966, 186 sg.
  • N. von Flüe, Obwalden 1848-1888, 2004
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF