de fr it

PeterJenny

30.12.1800 Schwanden (GL), 30.1.1874 Schwanden, rif., di Schwanden e Sool. Figlio di Felix (->). Nipote di Johannes (->) e di Peter Blumer. (1823) Verena Tschudi, figlia di Abraham, commerciante e cancelliere. Dopo una formazione commerciale in Italia, fu attivo come fabbricante tessile (ditta Jenny & Blumer a Schwanden) e diresse le cave di scisti a Engi. Fu membro del Consiglio glaronese (dal 1836) e della Commissione di Stato (1836-42). Presiedette dapprima la commissione militare e poi quella delle strade e delle costruzioni. Nel 1837 si schierò a favore della Costituzione cant. liberale. In seguito fu giudice del tribunale d'appello (dal 1845), Consigliere nazionale (1859-66) e console di Svizzera ad Ancona (1868-72). Liberale moderato, tendente al conservatorismo, fu un esperto di questioni commerciali e doganali e nel 1851 promosse la creazione della Bank in Glarus. Fece parte del comitato della Ferrovia del Sud-Est (1853), e del consiglio di amministrazione delle Ferrovie sviz. unite (1857-74).

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 353 sg.
  • Glarus und die Schweiz, 1991, 77
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 30.12.1800 ✝︎ 30.1.1874

Suggerimento di citazione

Laupper, Hans: "Jenny, Peter", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.01.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004550/2008-01-30/, consultato il 08.05.2021.