de fr it

EmilLohner

Fotografia realizzata intorno al 1930 (Biblioteca nazionale svizzera).
Fotografia realizzata intorno al 1930 (Biblioteca nazionale svizzera).

15.4.1865 Thun, 24.2.1959 Thun, rif., di Thun. Figlio di Emil August, medico. Pronipote di Carl Friedrich Ludwig (->). Helene Elisabeth, figlia di Johannes Ritschard. Dopo la maturità a Burgdorf, studiò diritto a Berna (dal 1883), conseguendo la patente di avvocato. Legale presso lo studio del suocero a Thun (1889-90), in seguito diresse uno studio di avvocatura ad Aarberg (1890-91) e poi a Thun (1891-1909). Fu municipale (1897) e sindaco (1899-1909) di Thun, deputato al Gran Consiglio bernese (1898-1909), pres. del PRD sviz. (1914-19), Consigliere di Stato (1909-28, Dip. dell'educazione fino al 1918, poi Dip. di giustizia e militare) e Consigliere nazionale (1902-27). Fu pres. dei consigli di amministrazione della BLS (1923-27) e della soc. di assicurazione La Mobiliare. Dalla prima guerra mondiale alla fine degli anni 1920-30 fu fra i principali esponenti radicali. Contribuì fortemente al superamento della spaccatura tra la Svizzera ted. e franc. e al consolidamento del partito dopo le tensioni interne del 1919. Il suo primo impegno politico a Thun fu nell'ambito della scuola. Promosse la reintroduzione dell'esame di maturità e il miglioramento delle condizioni salariali degli insegnanti di scuola elementare quale direttore del Dip. bernese dell'educazione e la semplificazione dell'amministrazione distr., il nuovo Codice di procedura penale e l'introduzione della giustizia minorile quale responsabile del Dip. di giustizia. In Consiglio nazionale si impegnò per l'ampliamento della rete ferroviaria bernese e l'elettrificazione delle FFS. Membro della commissione della SdN, si distinse nell'ambito della politica estera. Rappresentò la Svizzera in seno alla commissione per il disarmo (1922-24) e in occasione della conferenza sul commercio di armi della SdN (1925). Nominato direttore dell'ufficio centrale dei trasporti ferroviari intern. (1928-35) dal Consiglio fed., fu membro della Soc. elvetica. Nel 1934 l'Univ. di Berna gli conferì il dottorato h.c. in medicina. Colonnello.

Riferimenti bibliografici

  • Der Bund, 15.4.1935; 15.4.1955; 26.2, 1 e 3.3.1959
  • E. Schürch, «E. Lohner», in Politische Rundschau, 38, 1959, 3 sg., 42-53
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 196
  • P. Stettler, Das aussenpolitische Bewusstsein in der Schweiz 1920-1930, 1969, 388
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF