de fr it

RodolpheRubattel

Il politico vodese con la famiglia nella sua casa di Losanna nel dicembre del 1947, poco dopo la sua elezione in Consiglio federale © KEYSTONE/Photopress.
Il politico vodese con la famiglia nella sua casa di Losanna nel dicembre del 1947, poco dopo la sua elezione in Consiglio federale © KEYSTONE/Photopress. […]

4.9.1896 Villarzel, 18.10.1961 Pully, rif., di Villarzel. Figlio di Ernest (->). Nipote di Ernest Chuard. (1926) Marthe Moulin, figlia di Charles-Henri, fumista. Studiò diritto a Losanna (1915-19), conseguendo il dottorato nel 1921. Iniziò la carriera giornalistica nel 1920. Direttore della Feuille d'Avis de Montreux, fu poi caporedattore della Tribune de Lausanne (1921-24) e della Feuille d'Avis de Lausanne (1925-30). Nel 1927 sostenne idee corporativiste, ma prese nettamente le distanze, sin dagli inizi, dal totalitarismo it. e ted. Dal 1928 al 1930 insegnò diritto alla scuola cant. di agricoltura di Marcelin (com. Morges). Direttore di La Revue, quotidiano radicale vodese (1932-39), fu vicepres. del partito radicale cant. (dal 1932) e deputato al Gran Consiglio (1933-39). Diresse l'ospedale cant. (1939-44) e in seguito fece parte del Consiglio di Stato (Dip. dell'agricoltura, dell'industria e del commercio, 1945-47). Nel 1947 fu eletto al primo turno al Consiglio fed. quale successore di Walther Stampfli. Capo del Dip. dell'economia pubblica (1948-54), lottò contro l'inflazione e fece uscire la Svizzera dall'economia di guerra, contribuendo alla stabilizzazione della situazione economica e monetaria del Paese. Ridusse in parte le misure protezionistiche nei confronti del settore agricolo, ma non contestò mai la fondatezza di determinati interventi dello Stato in campo economico. Pres. della Conf. nel 1954, diede le dimissioni alla fine dell'anno per ragioni di salute. R. dedicò gli ultimi anni della sua vita allo studio di vari problemi politici e sociali (il ruolo dei gruppi di interesse, la situazione dei contadini-operai e della gioventù della Svizzera franc.). Maggiore (1938), fece inoltre parte della soc. studentesca Helvetia.

Riferimenti bibliografici

  • Altermatt, Consiglieri federali, 442-446
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF