de fr it

JakobScherz

15.9.1818 Aeschi bei Spiez, 12.8.1889 Berna, rif., di Aeschi bei Spiez. Figlio di Jakob, insegnante, e di Susanna Oswald. Rosalie Zürcher. Studiò diritto a Berna e Jena (1839-43). Amico intimo e compagno di lotta in campo pubblicistico di Jakob Stämpfli, fu Granconsigliere radicale bernese (1846-50). Dopo la svolta conservatrice del 1850 fu attivo quale avvocato. Consigliere di Stato (1858-69, Dip. delle finanze), fu deputato al Consiglio nazionale (1860-89) e, dal 1870 al 1883, nuovamente al Gran Consiglio. Godette di grande stima spec. quale membro del governo, interessandosi in particolare agli affari militari (1860, colonnello di Stato maggiore generale) e alle soc. di tiro. Riguardo alle rivendicazioni del movimento democratico bernese, si schierò nel campo dei vecchi radicali. Fu membro della Soc. elvetica.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 221 sg.
  • Junker, Bern, 2
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Zürcher, Christoph: "Scherz, Jakob", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.10.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004682/2012-10-17/, consultato il 21.10.2020.