de fr it

GustaveVirchaux

24.7.1834 Saint-Blaise, 25.11.1906 Neuchâtel, rif., di Saint-Blaise. Figlio di Jean-Frédéric, fabbricante di indiane, e di Julie nata V. Sophie-Amélie Dubois-dit-Cosandier, figlia di Vivaldi, capo dei conservatori. Dopo gli studi di medicina a Berna (1854-55) e Parigi, esercitò la professione a Le Locle fino al 1878, poi a Neuchâtel. Fu consigliere com. radicale di Neuchâtel (1878), deputato al Gran Consiglio cant. (1871-77, 1889-92) e Consigliere agli Stati (1874-75). Come sostenitore di un cristianesimo liberale, nel 1873 si schierò per la legge ecclesiastica di Numa Droz. Assieme a Edouard Desor e Fritz Berthoud, nel 1875 si oppose all'acquisto della Ferrovia Jura-Industriel da parte del cant. Con questi ultimi, alcuni mesi più tardi fondò il giornale radicale dissidente Le Peuple (1875-79) e sostenne la candidatura di Droz al Consiglio fed. Queste lotte intestine gli costarono l'estromissione dal Consiglio degli Stati. Fu censore della Banca cant. neocastellana (1885-1905).

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 923
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.7.1834 ✝︎ 25.11.1906