de fr it

Franz JosephHeim

2.2.1793 Appenzello, 3.10.1859 Appenzello, catt., di Appenzello (Rhode di Schlatt). Figlio di Franz Joseph e di Barbara Josepha Grunder. 1) Anna Katharina Knechtle, figlia di Franz Josef, fornaio; 2) Anna Maria Fuchs, figlia di un fabbriciere; 3) Maria Katharina Koller, figlia di un agricoltore. Studiò presso i cappuccini. Nel 1815 divenne sergente maggiore del contingente fed. presso Basilea. Amministratore della cassa scolastica cant. (1822-27), fu cancelliere cant. (1822-28), primo (1836-39) e secondo (1840) sindaco della Rhode di Schlatt, sovrintendente agli infermi e ai poveri (1840-45), capitano (1845-46), vicelandamano (1846-55, responsabile della polizia, dell'ufficio dei giudici istruttori, della scuola e del commercio, e della riforma monetaria del 1852) e Landamano di Appenzello Interno (1855-59). Inviato alla Dieta fed. del 1848, fu poi deputato al Consiglio degli Stati (1853-56). Considerato un conservatore a Berna, nel suo cant. di origine fu invece reputato un radicale per il suo sostegno alla Costituzione fed. del 1848. Era un musicista e cantante appassionato.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo J. Signer preso LAA (biografia di H. compilata dal parroco Johann Anton Knill)
  • AWG, 119
  • J. Signer, «Chronik der Appenzell I.-Rh. Liegenschaften», in Appenzellische Geschichtsblätter, 1941, n. 16, 1 sg.; 1942, n. 4, 2 sg.; 1942, n. 5, 2; 1942, n. 6, 3
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 531
  • H. Bischofberger, 100 Jahre Cäcilienverein und Kirchenchor Appenzell 1881-1981, 1981, 167
  • MAS AI, 305, 338
  • H. Bischofberger, Rechtsarchäologie und rechtliche Volkskunde des eidgenössischen Standes Appenzell Innerrhoden, 1999, 257
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF