de fr it

Louis-EtienneJan

Ritratto del giudice cantonale. Disegno con lumeggiature ad acquerello e pastello realizzato da Benjamin Bolomey, 1800 ca. (Bibliothèque cantonale et universitaire Lausanne, Collection iconographique vaudoise; fotografia Claude Bornand).
Ritratto del giudice cantonale. Disegno con lumeggiature ad acquerello e pastello realizzato da Benjamin Bolomey, 1800 ca. (Bibliothèque cantonale et universitaire Lausanne, Collection iconographique vaudoise; fotografia Claude Bornand). […]

21.7.1771 Châtillens, 31.7.1840 Losanna, rif., di Châtillens. Figlio di Emmanuel-Daniel-Elisée, notaio, curiale del baliaggio di Oron e poi cancelliere distr., e di Rose Serez. Pauline nata J., figlia di Etienne André. Fu notaio a Châtillens (1803) e amministratore delle tenute di Les Rueyres e di Le Dézaley (com. Puidoux). Fu membro dell'Assemblea rappresentativa provvisoria del Paese di Vaud (1798), giudice al tribunale del cant. Lemano e giudice d'appello (1803). In un primo tempo liberale, nel 1831 si schierò con i conservatori. Fu deputato al Gran Consiglio vodese dal 1803 al 1837. Eletto nel Piccolo Consiglio nel 1804, continuò a far parte del Consiglio di Stato fino alla morte, stabilendo così un primato di permanenza nell'esecutivo vodese. Fautore di un governo illuminato, diplomatico accorto e promotore di un intenso lavoro legislativo, cercò di prevenire i torbidi del 1814. Tentò inoltre di accompagnare il mutamento di corso del 1829 controllando il movimento di revisione della Costituzione cant.

Riferimenti bibliografici

  • G. Arlettaz, Libéralisme et Société dans le canton de Vaud 1814-1845, 1980
  • P.-Y. Favez, G. Marion, Le Grand Conseil vaudois de 1803, 2003, 111 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.7.1771 ✝︎ 31.7.1840