de fr it

Jean-LouisDemiéville

28.4.1809 Chavornay, 12.11.1876 Yverdon, rif., di Villarzel, Sédeilles e Rossens (VD). Figlio di Jean Rodolphe Benjamin, pastore. Celibe. Studiò diritto a Losanna e ottenne il brevetto di avvocato nel 1833. Fu avvocato presso la Corte d'appello (1834-44, 1846), avvocato e notaio a Yverdon (1839-62), e giudice supplente presso il tribunale cant. (1869-76). Rappresentò il partito conservatore al Gran Consiglio vodese (1832-45, 1853-70) e fu delegato alla Dieta (1841-43). Consigliere di Stato (1844-45) responsabile del Dip. militare, si oppose all'espulsione dei gesuiti. Secondo taluni, la sua elezione in governo avrebbe contribuito a scatenare la rivoluzione vodese del 1845. Dal 1857 al 1876 fu deputato liberale conservatore al Consiglio nazionale. Fu tra i principali redattori del Journal d'Yverdon (dal 1843) e membro dell'ass. studentesca Zofingia (1826-29). Maggiore.

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 803 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Marion, Gilbert: "Demiéville, Jean-Louis", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.03.2004(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/004847/2004-03-24/, consultato il 21.04.2021.