de fr it

JohannesMorell

11.3.1759 Egelshofen (oggi com. Kreuzlingen), 22.4.1835 Frauenfeld, rif., di Egelshofen, dal 1807 cittadino onorario di Frauenfeld. Figlio di Johann Peter, ramaio e commerciante, e di Anna Margaretha Vetter. (1807) Maria Elisabeth Vogler, figlia di Hans Georg, pellicciaio e giudice al tribunale cittadino di Frauenfeld. Dopo un apprendistato presso il cancelliere Abraham M. a Wangen an der Aare (1776-78), divenne sostituto (1778-90), poi amministratore (fino al 1798) della cancelleria di Andelfingen. Eletto secondo segr. dal comitato nazionale turgoviese nel 1798, fu primo segr. (1798-1800) e pres. della camera amministrativa del cant. Turgovia (1800-03). Fece parte della Dieta e del Senato elvetici (1802-03). Nel novembre del 1802 sostituì per breve tempo Albrecht Rengger alla testa del Dip. dell'interno. Fu membro della commissione governativa (marzo-aprile 1803), del Piccolo Consiglio (1803-35), del Gran Consiglio (1803-31) e della Costituente (dal 1814) turgoviesi. Dal 1815 al 1831 si alternò con Joseph Anderwert nella carica di Landamano. Durante i suoi mandati nella commissione governativa per gli affari esteri e nella Dieta fed., M., favorevole in un primo tempo allo Stato unitario, si avvicinò ai federalisti, divenendo un difensore della sovranità cant. In seno alla commissione governativa per gli affari interni (e la vita ecclesiastica) M., rif. osservante, impose la sovranità dello Stato in ambito ecclesiastico. Durante la Restaurazione, quale pres. del consiglio amministrativo evangelico (1817-31), condusse invece una politica di separazione confessionale, promuovendo tra l'altro la divisione delle scuole. Ciò malgrado, votò con il collega catt. Anderwert a favore dell'annessione del cant. Turgovia alla diocesi di Basilea. Pur nutrendo delle riserve nei confronti della Rigenerazione, fu rieletto in governo, dove non ebbe però un ruolo di primo piano. Promosse la fondazione della biblioteca cant. (1805) e della Soc. del casinò di Frauenfeld (1807). Esponente della maggioranza rif., nell'ambito del sistema rappresentativo godette spesso di una posizione di favore rispetto agli altri Consiglieri, ma ebbe un'influenza piuttosto limitata sulla politica cant. Fece parte della loggia massonica S. Giovanni a Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso APatr, Frauenfeld
  • P. Giger, «J. Morell (1759-1835)», in ThBeitr., 132, 1995, 221-232
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.3.1759 ✝︎ 22.4.1835