de fr it

MaxWey

Ritratto postumo della "galleria di eminenti personalità lucernesi", realizzato da Walter Küng nel 1957 (Zentral- und Hochschulbibliothek Luzern, Sondersammlung, Eigentum Korporation Luzern).
Ritratto postumo della "galleria di eminenti personalità lucernesi", realizzato da Walter Küng nel 1957 (Zentral- und Hochschulbibliothek Luzern, Sondersammlung, Eigentum Korporation Luzern).

21.4.1892 Lucerna, 31.7.1953 Lucerna, catt., di Lucerna. Figlio di Anton, impiegato della Ferrovia del Gottardo, e di Anna Maria Ribary, proprietaria di una stireria. (1920) Hanny Link, figlia di Jakob, maestro lattoniere. Studiò diritto ed economia politica a Zurigo e Berna, dove conseguì il dottorato in scienze politiche (1914) e diritto (1916). Fu segr. del dicastero delle finanze e di polizia della città di Lucerna (1917-21). Pres. della Federazione cant. dei Giovani radicali (1919-24) e del PRD lucernese (1929-40) e sviz. (1940-48), fu deputato al Gran Consiglio lucernese (1919-21 e 1931-53), Consigliere di Stato (1921-27, Dip. degli affari com.), municipale (1927-39, dicastero delle aziende municipalizzate) e sindaco (1939-53) di Lucerna nonché Consigliere nazionale (1935-53, pres. 1946-47). Si impegnò in favore del turismo, tra l'altro quale pres. del comitato delle Settimane musicali intern. e dell'ente del turismo di Lucerna, membro del comitato direttivo dell'ufficio centrale sviz. del turismo (dal 1940), fondatore del museo dei costumi sviz. di Utenberg a Lucerna e difensore del mantenimento del Museo sviz. dei trasporti a Lucerna. Durante il suo mandato in municipio fu ampliata la rete tranviaria e introdotto il servizio di filobus e autobus. In Consiglio nazionale si occupò dell'AVS, in particolare quale pres. del comitato d'azione sviz. per l'AVS. A livello fed. era considerato un esperto di economia. Pres. della Soc. di utilità pubblica di Lucerna (dal 1918), fu membro della commissione centrale della Soc. sviz. di utilità pubblica (dal 1921), membro (dal 1921) e pres. (1938-49) della Conferenza sviz. delle istituzioni dell'assistenza sociale, pres. del consiglio patriziale ristretto di Lucerna (1932-39) e in seguito membro e, dal 1951, pres. della sezione Svizzera centrale dell'ufficio centrale sviz. per l'aiuto ai rifugiati.

Riferimenti bibliografici

  • Die Entwicklung und Verstaatlichung der Gotthardbahn, 1914
  • Doc. dei Consiglieri nazionali e agli Stati presso StALU
  • K. Zbinden, F. Bürkli, Hochwacht und Hof, 1975, 198-203
  • V. Scheunpflug, "Ich bitte Sie, Hochgeehrte Herren, das Herz auf zu tun": 200 Jahre Bürgergemeinde Luzern, 1998, 134
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF