de fr it

BrunoLeuthold

2.10.1923 Stans, 27.6.2018 Beckenried, cattolico, di Richterswil. Figlio di Franz Leuthold, fabbro e imprenditore, e di Marie Aloisia nata Imbach. Fratello di Martha Leuthold(1983) Maria Steffen-Bucher, figlia di Alfred Bucher, birraio, e di Marie Philomena nata Bieri. Dopo un apprendistato di fabbro e maniscalco (1939-1943), Bruno Leuthold frequentò una scuola tecnica a Basilea, ottenendo il diploma di tecnico delle costruzioni metalliche (1948). Nel 1950 rilevò l'azienda paterna di costruzioni metalliche a Stans, che diresse fino al 1989. Membro del Partito conservatore, dal 1957 Partito democratico cristiano rispettivamente dal 1970 Partito popolare democratico (PPD), fu municipale (1955-1970) e sindaco di Stans (1962-1970), membro del Gran Consiglio nidvaldese (1962-1970) e, dal 1970 al 1990, del Consiglio di Stato (Dipartimento di giustizia, 1970-1974; Dipartimento delle costruzioni, 1974-1990). Durante il suo mandato fu inaugurato il tratto autostradale dell'A2 con la galleria del Seelisberg, detta «porta verso il Sud» (1980). Presidente della Schindler Kulturstiftung (1974-2002) e della Höfli-Stiftung, che amministra la Rosenburg a Stans (1982-1986 e 1990-1994), presiedette anche il consiglio di amministrazione della Stanserhornbahn AG (1986-1998). Nel 2000 Leuthold fu insignito della medaglia al merito di primo grado della Repubblica Ceca per meriti acquisiti negli scambi culturali durante il governo di Gustáv Husák.

Riferimenti bibliografici

  • Nidwaldner Zeitung, 29.4.1993; 2.10.1993.
  • Neue Nidwaldner Zeitung, 4.5.1998; 4.12.2000.
  • Freundeskreis Bruno Leuthold (a cura di): Bruno Leuthold, 2006.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Peter Steiner: "Leuthold, Bruno", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.04.2022(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005256/2022-04-26/, consultato il 06.10.2022.