de fr it

Vincenz vonSalisSils

22.4.1760 Sondrio, 3.3.1832 Sils im Domleschg, rif., di Samedan e Sils im Domleschg. Figlio di Rudolf, governatore generale della Valtellina, e di Margaretha von S.-Soglio. Jakobea, figlia di Johann Ulrich (->), cognata di Daniel (->) e di Karl Ulysses (->). Cognato di Johann Gaudenz (->) e di Johann Ulrich (->). Frequentò il seminario di Haldenstein, il Philanthropinum di Marschlins e l'Univ. di Gottinga. Dal 1781 fu per decenni balivo di Fürstenau (con interruzioni). Podestà a Morbegno (1785-87), quale sostenitore dell'Austria fu deportato a Salins (Franca Contea, 1799). In seguito divenne membro del Gran Consiglio grigionese (dal 1803; pres. nel 1803, 1804 e 1811), pres. della Lega Caddea e membro del Piccolo Consiglio grigionese (1803, 1806 e 1811). Fu più volte inviato alla Dieta fed. e fece parte, tra l'altro, delle delegazioni sviz. inviate all'incoronazione di Napoleone I (1804) e al congresso di Vienna (1814-15, senza riuscire a impedire la perdita della Valtellina). Conservatore moderato e federalista, fu l'ultimo discendente della linea di Sils.

Riferimenti bibliografici

  • P. von Sprecher, «Tagebuch des Vinzens von Salis-Sils über seine Reise nach Paris zur Kaiserkrönung Napoleons 1804», in BM, 1940, 33-44, 65-75 (diario presso ASGR)
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 22.4.1760 ✝︎ 3.3.1832

Suggerimento di citazione

Simonett, Jürg: "Salis, Vincenz von (Sils)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.01.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005262/2012-01-06/, consultato il 21.09.2020.