de fr it

PlacidusPlattner

Titolo della traduzione tedesca del poema epico Raeteis dell'umanista grigionese Simon Lemnius, realizzata e presentata dallo storico e filologo Placidus Plattner nel 1881 (Biblioteca nazionale svizzera).
Titolo della traduzione tedesca del poema epico Raeteis dell'umanista grigionese Simon Lemnius, realizzata e presentata dallo storico e filologo Placidus Plattner nel 1881 (Biblioteca nazionale svizzera). […]

23.1.1834 Untervaz, 25.8.1924 Untervaz, catt., di Untervaz. Figlio di Christian, contadino e fabbricante di fisarmoniche, e di Anna Krättli, di Untervaz. Fratello di Samuel (->). (1860) Johanna Good, di Mels. Dopo le scuole superiori a Coira, Einsiedeln, Disentis e San Gallo, frequentò il seminario di Coira (1854) e studiò filologia e storia a Monaco e Praga (1855-58). In seguito lavorò come docente, prima a Svitto, Altstätten e Zugo (1859-63) e poi a Coira (1864-70), dove fu vicerettore della scuola cant. Fu inoltre attivo nel campo giornalistico come comproprietario (con Hermann Jakob Ulysses Sprecher) del Bündner Tagblatt e collaboratore del Vaterland e di periodici di carattere storico-politico. Temporaneamente gestì anche un podere agricolo a Trimmis. Fu deputato al Gran Consiglio grigionese (1859-1905 con interruzioni, pres. 1883, 1892, 1900), prefetto (1873-74), membro della Commissione di Stato (1879, 1882-83, 1888-93), Consigliere di Stato (1877-78, 1884-87; pres. 1886) e membro della commissione dell'educazione (1901-17).

Autore di importanti opere di carattere storico, collaborò fra l'altro alla pubblicazione dei recessi della Dieta fed. (Amtliche Sammlung der ältern Eidgenössischen Abschiede). Fu tra i fondatori di alcuni periodici (Monat-Rosen, 1857; Katholische Schweizer Blätter für Wissenschaft und Kunst, 1859) e della Soc. di storia e degli antiquari dei Grigioni (1859, pres. 1893-1904). Fu pure autore di noti testi teatrali (Johann Caldar, 1863; Ulrich Wikard, 1864; Rink von Baldenstein, 1889) e nel 1918 fu insignito del premio della Fondazione Schiller. Apprezzato per le sue doti pedagogiche e per le capacità oratorie, fu un influente politico di idee catt. conservatrici. Dopo il 1892 insieme a Johann Josef Dedual venne isolato dai federal-democratici riuniti intorno a Caspar Decurtins per aver criticato l'orientamento radicale e federalista e auspicato la creazione di un partito catt. conservatore indipendente nelle pagine del Graubündner Allgemeiner Anzeiger. Dal 1854 fu membro della Soc. degli studenti sviz.

Riferimenti bibliografici

  • Gasetta Romontscha, 1924, nn. 35 e 37
  • Bedeutende Bündner aus fünf Jahrhunderten, 2, 1970, 149-158
  • Metz, Graubünden, 2
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF