de fr it

Josef AntonBroger

26.3.1847 Appenzello, 29.3.1905 Appenzello, catt., di Appenzello. Figlio di Josef Anton Augustin, responsabile delle costruzioni, e di Katharina Josepha Signer. Franziska Emilia, figlia di Franz Joseph Heim. Falegname, B. fu tra i principali promotori di una cassa cant. di risparmio e di credito indipendente dalle banche forestiere, e come primo cassiere (1879-1900) impiantò l'impresa nella sua casa accanto alla cappella di S. Croce. Nel 1900 la cassa fu trasformata nella Banca cant. di Appenzello Interno. Cofondatore (1876) dell'Appenzeller Volksfreund, B. fu primo (1886-92, 1894-95) e secondo (1892-93) capitano, o sindaco, del com. di Appenzello, oltre che responsabile del Dip. di giustizia e polizia (1895-97) e dei lavori pubblici (1897-1904) di Appenzello Interno. A lui si deve la costruzione (1901-03) del nuovo ospizio dei poveri.

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 36
  • N. Senn, Denkschrift zum 50-jährigen Jubiläum der Appenzell-Innerrhodischen Kantonalbank, 1950, 42-51
  • C. Sutter, «Die Standeskommission des Kantons Appenzell Innerrhoden», in IGfr., 31, 1988, 59
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 26.3.1847 ✝︎ 29.3.1905

Suggerimento di citazione

Bischofberger, Hermann: "Broger, Josef Anton", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.06.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005485/2004-06-08/, consultato il 29.10.2020.