de fr it

AloisCastell

5.6.1800 Svitto, 22.3.1858 Svitto, catt., di Svitto. Figlio di Johann Valentin e di Ida Reding. (1837) Waldburga Wyss. Ufficiale amministrativo al servizio di Napoli e capitano, fu consigliere amministrativo della corporazione com. di Oberallmeind (1846), tesoriere cant. (1847) e Consigliere di Stato svittese (Dip. delle finanze) dal 1848 al 1852. Realizzò una legge fiscale moderna che, limitata nel tempo, venne sostituita nel 1854. Fu membro del Gran Consiglio svittese (1848-58); nonostante fosse liberale, in occasione della revisione costituzionale del 1847-48 si pronunciò (e il suo voto fu decisivo) per un nuovo censimento della pop. attiva che ne restrinse il numero; ciò portò al rifiuto di un primo progetto di Costituzione e impedì la divisione del distr. di Svitto (il vecchio Paese di Svitto). C. appoggiò la creazione di un ospedale a Svitto.

Riferimenti bibliografici

  • Der Stand Schwyz im hundertjährigen Bundesstaat 1848-1948, 1948, 73, 88
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 5.6.1800 ✝︎ 22.3.1858

Suggerimento di citazione

Auf der Maur, Franz: "Castell, Alois", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 31.07.2003(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005702/2003-07-31/, consultato il 18.01.2021.