de fr it

SilvanStadlin

6.1.1843 Zugo, 8.2.1925 Zugo, catt., di Zugo. Figlio di Karl Kaspar, Consigliere catt. conservatore e pasticciere, e di Carolina nata S. Agnes Speck, figlia di Beat Jakob, commerciante di tessuti. Dopo la scuola secondaria a Zugo e un anno di liceo a Lucerna, studiò diritto a Monaco di Baviera e Heidelberg (1861-64), conseguendo il dottorato (1864). Fu poi avvocato a Zugo con suo fratello Josef e, dal 1866, giudice istruttore liberale. Non rieletto dalla maggioranza conservatrice (1872), lo stesso anno emigrò in Argentina, dove assieme al fratello diresse un'azienda molitoria, fu attivo nel commercio di importazione ed esportazione e divenne benestante. Tornato in patria (1883), fu membro radicale del Gran Consiglio zughese (1886-88 e 1894-1922; pres. 1899-1900 e 1913-14) e del Consiglio di Stato (1892-94) e sindaco di Zugo (1892-1922). Fu inoltre redattore dello Zuger Volksblatt (1892-1902), di orientamento radicale, e membro del consiglio di amministrazione (1886-1925) e pres. (dal 1887) della Wasserwerke Zug, che sotto la sua direzione divenne il più importante fornitore di energia e acqua del cant.

Riferimenti bibliografici

  • Zuger Nachrichten, 9.2.1925
  • Zuger Volksblatt, 11.2.1925
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Morosoli, Renato: "Stadlin, Silvan", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 18.08.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005786/2010-08-18/, consultato il 04.12.2020.