de fr it

Charles deSchaller

18.11.1772 Friburgo, 30.7.1843 Rheinau, catt., di Friburgo. Figlio di Beat, balivo della Gruyère e membro del Piccolo Consiglio, e di Marie Catherine de Gottrau-Pensier. Fratello di Jean (->). (1799) Marie-Elisabeth Daguet, figlia di Jacques, maestro macellaio. Giurista, venne eletto al Gran Consiglio friburghese nel 1795. Fu segr. della commissione per l'introduzione della Costituzione cant. (1803), membro, durante la Mediazione, della frazione illuminata del patriziato cittadino e segr. di Stato (fino al 1814). Dal 1814 fino alla morte fu Consigliere di Stato (Dip. di polizia), membro del Consiglio di giustizia e pres. (1815) del Consiglio di sanità. Più volte a capo degli inviati cant. alla Dieta fed., fu commissario fed. a Basilea (1831) e Svitto (1833). Fautore di una centralizzazione moderata, nel 1832 sostenne il Patto Rossi. Fu commissario fed. in Vallese (1839-40) e mediò tra il cant. Uri e gli imprenditori della linea del Gottardo. Colto e scettico sul piano religioso, con l'ala liberale del patriziato cittadino contribuì alla Rigenerazione friburghese e appoggiò le riforme sociali.

Riferimenti bibliografici

  • M. Michaud, La contre-révolution dans le canton de Fribourg (1789-1815), 1978
  • Hist.FR, 811-863
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.11.1772 ✝︎ 30.7.1843