de fr it

RobertNaville

10.2.1884 Zurigo, 31.1.1970 Cham, rif., di Ginevra e Cham (cittadino onorario). Figlio di Gustave (->). Fratello di Henri A. (->). Emy, figlia di Carl Vogel. Dopo il liceo a Zurigo, si laureò in ingegneria meccanica al Politecnico fed. di Zurigo (1907), specializzandosi in seguito in ingegneria della carta. Nel 1912 insieme al cognato Leo Bodmer rilevò dal suocero la cartiera Cham, della quale fu direttore (1912-61) e membro del consiglio di amministrazione (1912-64, pres. 1959-64). Fu membro dei consigli di amministrazione di altre imprese, tra cui l'Aluminium Industrie AG (in seguito Alusuisse), e dei comitati direttivi di diverse ass. economiche, quali la Camera di commercio sviz. (1922-42) e il Vorort (1931-34). Fu deputato al Gran Consiglio zughese per il partito radicale (1915-42, pres. 1921-22 e 1929-30) e Consigliere nazionale (1920-22). Trasformò la piccola cartiera in un'impresa grande e moderna. L'atteggiamento di paterna comprensione nei confronti dei dipendenti gli valse l'appellativo di "Papieri-Vater".

Riferimenti bibliografici

  • Festgabe R. Naville zum 60. Geburtstag, 1944
  • Zuger Tagblatt, 1970, n. 36
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 10.2.1884 ✝︎ 31.1.1970

Suggerimento di citazione

Morosoli, Renato: "Naville, Robert", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005886/2009-07-08/, consultato il 04.12.2020.