de fr it

KarlSarasin

Ritratto del magistrato basilese. Stampa fotografica su carta all'albumina di Charles Bouell, 1860 ca. (Archiv Basler Mission, Basilea, QS-30-022.0016).
Ritratto del magistrato basilese. Stampa fotografica su carta all'albumina di Charles Bouell, 1860 ca. (Archiv Basler Mission, Basilea, QS-30-022.0016).

17.4.1815 Basilea, 21.1.1886 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Carl, fabbricante di nastri di seta, e di Salome Heusler. Abiatico di Jakob (->) e di Leonhard Heusler. Nipote di Andreas Heusler. 1) (1840) Adèle, figlia di Benedikt Vischer; 2) (1850) Elisabeth Sauvain, figlia di David Salomon, commerciante. Si formò in una fabbrica di nastri di seta. Nel 1837 fondò con il padre la Bandfabrik Sarasin & Cie, che ampliò dopo la morte di quest'ultimo e, dal 1855, gestì assieme al fratello Rudolf (->). Nel 1861 i fratelli aprirono una fabbrica a Lörrach e ne acquisirono un'altra a Sissach. Deputato al Gran Consiglio di Basilea Città (1845-65 e 1878-82), fece parte del legislativo cittadino (1848-65) e del Piccolo Consiglio (1856-67 e 1869-75; pres. della commissione per la lotta al colera e, dal 1858, di quella edile). Dal 1875 al 1878 fu membro del neoistituito Consiglio di Stato (Dip. della sanità). In veste di pres. della commissione edile, fu responsabile dell'espansione della città dopo la demolizione delle mura, dell'ampliamento della canalizzazione cittadina e di altri progetti edilizi centrali, tra cui il macello ed edifici scolastici. Quale direttore del Dip. della sanità, trasferì l'approvvigionamento idrico in mani pubbliche. Tra il 1868 e il 1869 contribuì in maniera determinante alla realizzazione della prima legge basilese sulle fabbriche. Nella sua azienda istituì una cassa malati e una per la vecchiaia. Dal 1841 fu attivo in una commissione per le relazioni con gli operai di fabbrica, nominata dalla Soc. di utilità pubblica, dove sollecitò la costruzione di abitazioni per gli operai. Si impegnò a favore dell'Ass. degli incontri domenicali (conferenze per i lavoratori), intrattenne stretti contatti con la Missione interna in Germania e fece parte del comitato sviz. per la realizzazione degli obiettivi della conferenza di Bonn sulla questione operaia, un'ass. padronale rif. Membro del comitato della Missione di Basilea, introdusse, tra l'altro, la "colletta del mezzo Batzen" e presiedette la commissione dell'industria. Fu inoltre pres. della Soc. delle missioni evangeliche di Basilea, membro del sinodo della Chiesa evangelica rif. e direttore dell'Alleanza evangelica (1879).

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso StABS
  • M. Köppli, Protestantische Unternehmer in der Schweiz des 19. Jahrhunderts: christlicher Patriarchalismus im Zeitalter der Industrialisierung, 2012
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.4.1815 ✝︎ 21.1.1886

Suggerimento di citazione

Wichers, Hermann: "Sarasin, Karl", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.12.2017(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005911/2017-12-08/, consultato il 20.09.2020.