de fr it

CarlMiville

30.5.1891 (Karl) Basilea, 27.2.1981 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Emil, funzionario postale. (1920) Marie Frieda Jautz, figlia di Engelbert, oste. Studiò diritto e conseguì il dottorato a Basilea (1914), dove in seguito fu cancelliere del tribunale penale, procuratore pubblico e pres. del tribunale penale (1932-41). Membro del Gran Consiglio basilese (1920-41), fece parte del Consiglio di Stato (1941-50; Dip. dell'educazione, linee tranviarie) e del Consiglio nazionale (1943-51). Fu pres. della Federazione centrale del personale dei cant. e dei com. della Svizzera e della Federazione operaia sviz. di tiro. Nel 1943 fu uno dei capi dell'opposizione di sinistra all'interno del PS, da cui nel 1944 venne espulso a causa del suo sostegno al PdL. Nel 1949 fu espulso dal PdL, tra l'altro per averne criticato la crescente dipendenza dall'Unione Sovietica. Non si ripresentò alle elezioni del 1950 e del 1951 e si ritirò dalla politica attiva. In seguito visse soprattutto nel Ticino.

Riferimenti bibliografici

  • C. Stirnimann, Der Weg in die Nachkriegszeit 1943-1948, 1992
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Spuhler, Gregor: "Miville, Carl", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.11.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/005965/2008-11-24/, consultato il 28.11.2020.