de fr it

PaulHarnisch

10.10.1914 Neuhausen am Rheinfall, 27.6.2001 Neuhausen, rif., di Neuhausen. Figlio di Paul, creatore di oggetti d'arte in ferro, e di Emma Heusser, domestica. 1) (1941) Louise Bollinger; 2) (1959) Ruth Schweizer. Dopo le scuole elementare e reale a Neuhausen, fece un apprendistato di disegnatore di macchine industriali presso la Schweizerische Industriegesellschaft (SIG) e si formò come costruttore alla scuola tecnica serale di Zurigo. Le sue prime attività politiche risalgono all'inizio degli anni 1930-40 nello Jünglingsbund, movimento di ispirazione cristiano-sociale. Nel 1940 aderì al partito socialista. Fu responsabile delle costruzioni di Beringen, suo com. di residenza (a tempo parziale, 1946-56), redattore e poi caporedattore della Schaffhauser Arbeiterzeitung (1947-68), vicepres. a tempo pieno del consiglio com. di Neuhausen (1969-73). Divenne membro del Gran Consiglio sciaffusano (1947-48, 1952-60, 1962-64, 1969-73) e Consigliere di Stato (Dip. della polizia, della sanità e dell'economia, 1973-84). Tra i suoi meriti principali figurano il completamento della costruzione del nuovo ospedale e la creazione della prima legge cant. sugli assegni sociali e fam.

Riferimenti bibliografici

  • Schaffhauser AZ, 10.10.1994
  • Schaffhauser Nachrichten, 28.6.2001
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.10.1914 ✝︎ 27.6.2001

Suggerimento di citazione

Ott, Bernhard: "Harnisch, Paul", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.06.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/006115/2004-06-17/, consultato il 24.10.2020.