de fr it

OttoFischer

2.4.1915 Wald (ZH), 22.10.1993 Berna, rif., di Berna e Wald. Figlio di un imprenditore tessile dell'Oberland zurighese. Katharina Marthaler. Dopo le scuole a Wald e la maturità commerciale alla scuola cant. di Zurigo, studiò economia politica a Ginevra, Berna e Roma, ottenendo il dottorato in scienze economiche a Ginevra. Lavorò presso il controllo fed. dei prezzi a Berna e a Montreux (1941-48). Caposezione al segretariato dell'Unione sviz. delle arti e mestieri (USAM, 1948-50), ne divenne poi il segr. centrale (1950-63) e il direttore (1963-79); dal 1979 fece parte della Camera sviz. delle arti e mestieri. Fu Consigliere nazionale radicale dal 1967 al 1983. Grazie a un temperamento e linguaggio energico riuscì a mobilitare ampi strati della pop., non solo le forze artigianali, in particolare quando si trattava di ostacolare quegli sviluppi dello Stato e della società che si scontravano con i valori tradizionali del XIX sec. Riuscì a far diventare l'USAM uno strumento di potere, la cui minaccia di ricorso al referendum fu in alcuni casi sufficiente per fare fallire progetti di legge del Consiglio fed. F. ebbe successo anche nella sua lotta contro il crescente intervenzionismo dello Stato nell'economia e contro una politica estera aperta al mondo, spec. con il rifiuto dell'imposta sul valore aggiunto (1977), del nuovo pacchetto finanziario (1979) e dell'adesione all'ONU (1986). Direttore e vicepres. dell'Azione per una Svizzera indipendente e neutrale, respinse l'adesione sia allo Spazio economico europeo sia alla Comunità europea.

Riferimenti bibliografici

  • NZZ, 3/4.6.1978; 23.10.1993
  • M. Hohl, Gegner, Konkurrenten, Partner, 1988, 195
  • Die Weltwoche, 7.6.1990
  • Der Bund, 23.10.1993
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 2.4.1915 ✝︎ 22.10.1993