de fr it

Jean-JacquesHegg

10.11.1930 Basilea, 24.3.2021 Wetzikon, di Diemerswil. Figlio di Jakob Hegg, direttore di banca. (1959) Flora Edith Sollberger. Jean-Jacques Hegg studiò medicina a Basilea, Parigi e Ginevra, conseguendo il dottorato con una tesi sull'abuso di analgesici (1960), e si formò poi come psichiatra (1965). Dal 1965 al 1992 fu aggiunto presso l'Istituto di medicina aeronautica di Dübendorf. Esponente dell'Azione nazionale (dal 1990 Democratici svizzeri), fu municipale di Dübendorf (1974-1983 e 1986-1992), deputato al Gran Consiglio zurighese (1987-1991) e al Consiglio nazionale (1983-1985). Redattore di organi di partito come Volk und Heimat, scrisse del «martirio della germanità nell'Europa dell'est» e deplorò il calo della componente di «sangue germanico» anche nel resto dell'Europa. Sostenitore dell'apartheid sudafricana, chiese di limitare l'immigrazione in Svizzera di persone non di razza bianca. La sua opposizione allo Spazio economico europeo e all'Unione europea si fondò anche sul rifiuto di uno sfrenato capitalismo. Nel 1955 Hegg fu campione svizzero di atletica leggera nei 400 m. Nell'esercito ricoprì il rango di maggiore.

Riferimenti bibliografici

  • Frischknecht, Jürg; Haldimann, Ueli; Niggli, Peter: Die unheimlichen Patrioten. Ergänzungsband 1979-84. Politische Reaktion in der Schweiz. Ein aktuelles Handbuch, 19845, pp. 745-750.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.11.1930 ✝︎ 24.3.2021

Suggerimento di citazione

Huonker, Thomas: "Hegg, Jean-Jacques", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.06.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/006368/2021-06-24/, consultato il 19.01.2022.