de fr it

WalterMuschg

Lo storico della letteratura nel 1940 © KEYSTONE/Photopress.
Lo storico della letteratura nel 1940 © KEYSTONE/Photopress.

21.5.1898 Witikon (oggi com. Zurigo), 6.12.1965 Basilea, rif., di Zollikon. Figlio di Friedrich Adolf, maestro elementare, e di Hermine Isler. Fratello di Elsa (->) e fratellastro di Adolf (->). Elli Zollikofer. Studiò germanistica, psicologia e filologia classica all'Univ. di Zurigo, dove conseguì il dottorato (1922) e l'abilitazione (1927). Dal 1936 al 1965 fu professore ordinario di lingua e letteratura ted. all'Univ. di Basilea (rettore nel 1949). Fu Consigliere nazionale per l'Anello degli Indipendenti (1939-43) e membro del consiglio di fondazione di Pro Helvetia (1939-50). Intellettuale impegnato anche in politica, quale parlamentare si schierò contro il regime dei pieni poteri. Ispirandosi a Max Kommerell, si fece interprete di una concezione poetica caratterizzata dall'elitarismo proprio agli iniziati; si distanziò per contro dalla visione nazionalista della letteratura di Josef Nadler. Nella sua opera principale, Tragische Literaturgeschichte (1948, 20066), ricondusse la letteratura agli archetipi del mago, del cantastorie e del veggente e individuò nella povertà, nella sofferenza, nella colpa e nell'amore le "forze produttive della biografia", favorendo una visione della letteratura che riconosceva nella minaccia incombente la vera grandezza della creazione poetica. Ponendosi in contrasto con il classicismo di Emil Staiger, divenne nell'ambito della germanistica un assertore dell'espressionismo, di cui deplorò il declino in Die Zerstörung der deutschen Literatur (1956). Trovò un'ulteriore conferma della sua concezione poetica nell'opera di Jeremias Gotthelf (Gotthelf als Erzähler, 1931) e si oppose alla sua volgarizzazione da parte di Ernst Balzli, autore di drammi radiofonici, negli anni 1950-60.

Riferimenti bibliografici

  • Die dichterische Phantasie, a cura di E. Muschg-Zollikofer, 1969 (con elenco delle op.)
  • J. Schütt, Germanistik und Politik, 1996
  • K. Pestalozzi, M. Stingelin (a cura di), W. Muschg zum 100. Geburtstag, 1999
  • D. Müller, «W. Muschgs "echter" Gotthelf», in Schreiben gegen die Moderne, a cura di C. Caduff, M. Gamper, 2001, 111-132
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.5.1898 ✝︎ 6.12.1965