de fr it

Elsbeth von Oye

Secondo quanto afferma il "libro delle sorelle" del convento zurighese di Oetenbach, E. visse nel monastero nella prima metà del XIV sec. Le vengono attribuiti dei testi databili al 1340 ca., redatti in forma di diario e in prima persona e incentrati sull'incontro con Dio, permeato dalla grazia (oggi nella Biblioteca centrale di Zurigo). Nelle sue rivelazioni, un misticismo speculativo ispirato a Maestro Eckhart si coniuga a un ascetismo intriso di sofferenza che ricorda Enrico Suso. La seconda parte del "libro delle sorelle", conservata presso la biblioteca dell'Univ. di Wrocław, in Polonia, comprende una versione liberamente adattata dei suoi scritti, il Puchlein des lebens und der offenbarung swester Elsbethen von Oye.

Riferimenti bibliografici

  • VL, 2, 511-514
  • W. Schneider-Lastin, «Das Handexemplar einer mittelalterlichen Autorin», in editio 8, 1994, 53-70
  • HS, IV/5, 1029-1034
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione prima metà del XIV sec.

Suggerimento di citazione

Wehrli-Johns, Martina: "Elsbeth von Oye", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 23.03.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/006635/2004-03-23/, consultato il 26.11.2020.