de fr it

MaxSchmidheiny

3.4.1908 Heerbrugg (com. Balgach), 19.8.1991 Altstätten, rif., di Balgach, dal 1969 cittadino onorario di Pagig (oggi com. Arosa). Figlio di Ernst (->). Nipote di Jakob (->). 1) Margrit Glarner, figlia di Jakob; 2) Adda Scherrer, figlia di Ernst Jakob. Conseguì il diploma di ingegnere meccanico al Politecnico fed. di Zurigo (1931). Dopo aver rilevato il patrimonio fam. insieme al fratello Ernst (->), trasformò il cementificio Holderbank in una delle maggiori aziende mondiali di materiali da costruzione. Grazie alla congiuntura di guerra e alle relazioni di S. con la Germania, la ditta di strumenti ottici e meccanica di precisione Wild a Heerbrugg conobbe un'espansione. Pres., tra l'altro, dei consigli di amministrazione della Wild (1954-83), della Hiag (1934-74), della Holderbank Financière Glarus AG (1974-84) e della Brown Boveri (1966-70), S. fu l'iniziatore della Swisspetrol AG per la ricerca petrolifera in Svizzera (1959) e della Kraftwerke Sarganserland (1978). Municipale di Balgach (1939-48), fu deputato radicale al Gran Consiglio sangallese (1948-54) e al Consiglio nazionale (1959-63). Nel 1984 suddivise i vari settori di attività delle sue imprese tra i figli Thomas e Stephan. Fondò opere di pubblica utilità, tra cui il premio della libertà della Fondazione Max Schmidheiny (1978), e fu insignito dei dottorati h.c. delle Univ. di Basilea (1952) e di San Gallo (1967).

Riferimenti bibliografici

  • H. O. Staub, Von Schmidheiny zu Schmidheiny, 1994, 122-153
  • Pubbl. CIE, 11, 701-716
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 3.4.1908 ✝︎ 19.8.1991