de fr it

HenriSchmitt

Il politico ginevrino (sulla destra), candidato ufficiale del partito radicale democratico per l'elezione al Consiglio federale, mentre discute con il corrispondente della Ringier, Pierre A. Graenicher, nel novembre del 1973. Fotografia di Rolf Widmer (Ringier Bildarchiv, BL7310539) © Staatsarchiv Aargau / Ringier Bildarchiv.
Il politico ginevrino (sulla destra), candidato ufficiale del partito radicale democratico per l'elezione al Consiglio federale, mentre discute con il corrispondente della Ringier, Pierre A. Graenicher, nel novembre del 1973. Fotografia di Rolf Widmer (Ringier Bildarchiv, BL7310539) © Staatsarchiv Aargau / Ringier Bildarchiv.

23.5.1926 Plainpalais (oggi com. Ginevra), 5.3.1982 Le Grand-Saconnex, rif., di Delémont, dal 1935 di Ginevra. Figlio di Georges, impiegato di banca, e di Marie Guvenius, cittadina russa. Hilde Märki, avvocatessa. Studiò diritto a Ginevra. Divenuto avvocato (1949), nel 1951 aprì uno studio legale. Fu deputato radicale al Gran Consiglio ginevrino (1957-65) e al Consiglio nazionale (1963-75), membro del Consiglio di Stato (1965-77; Dip. di giustizia e polizia, 1965-73; Dip. dell'economia pubblica, 1973-77) e pres. del PRD sviz. (1968-74). Sul piano cant., istituì il tribunale amministrativo di Ginevra (1971) e l'ufficio per la promozione dell'industria ginevrina (1976). Sul piano fed., presiedette la delegazione delle finanze delle Camere fed. Designato candidato ufficiale unico all'elezione del Consiglio fed. del 1973, venne sconfitto da Georges-André Chevallaz. A Berna fu il primo a presentare una mozione in favore del suffragio femminile a livello fed. Fece parte dell'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (1972-76). Fu inoltre avvocato specializzato nel settore economico tra la Cina, i Paesi del Golfo e la Svizzera. Presiedette i "Chantiers de l'Eglise" della Chiesa rif. ginevrina (1965). Massone.

Riferimenti bibliografici

  • Le Courrier, 9.3.1982
  • Tribune de Genève, 5 e 6.3.1982
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF