de fr it

EduardZellweger

29.12.1901 Luino, 8.7.1975 Zurigo, riformato, di Zurigo e Trogen. Figlio di Leopold Zellweger, capo delle guardie di confine. (1945) Margrit Lustenberger, figlia di Johann Josef Lustenberger, disegnatore presso le Ferrovie federali svizzere (FFS), e di Hedwig nata Geiger, casalinga. Cognato di Hans Falk. Eduard Zellweger crebbe a Lugano e Coira e, dopo le scuole superiori a Coira e Berna, studiò diritto a Ginevra e Berna (1920-1924), conseguendo il dottorato (1924). Direttore del segretariato degli Svizzeri all'estero della Nuova società elvetica (1924-1929), fu poi avvocato a Zurigo (1930-1945, 1950-1955 e dal 1963), giudice di cassazione (1940-1945), diplomatico in Iugoslavia (1945-1949) e libero docente di diritto internazionale all'Università di Zurigo (1950-1962). Consulente di diritto costituzionale del Regno di Libia (1956-1959), fu inoltre rappresentante personale del segretario generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) nel Laos (1960-1961) e consulente giuridico in Kenya (1962-1963).

Promotore dei Giovani liberali svizzeri, da cui fu escluso nel 1935, nel 1939 Zellweger aderì al Partito socialista (PS), per il quale fu Consigliere nazionale (1943-1945 e 1955-1956) e Consigliere agli Stati (1963-1967). Fu inoltre cofondatore e redattore di politica estera della rivista Die Nation (1933) e presidente della Neue Schauspiel AG (1967-1972). Appoggiò l'iniziativa di crisi e il Movimento delle linee direttrici. Strenuo oppositore del frontismo e del nazionalsocialismo, in occasione di processi politici difese le vittime del regime nazista e dei frontisti (come Berthold Jacob, giornalista rapito dalla Gestapo), così come comunisti svizzeri. Zellweger fu uno dei primi due ministri di Svizzera socialisti e a Belgrado ristabilì, in questa veste, i rapporti diplomatici della Confederazione con l'Unione Sovietica, interrotti nel 1923. Nella sua attività politica si dedicò specialmente a questioni di politica estera. Fu inoltre esperto di diritto internazionale e della stampa e di diritto costituzionale dei Paesi dell'Europa orientale.

Riferimenti bibliografici

  • Zellweger, Eduard: Die völkerrechtliche Verantwortlichkeit des Staates für die Presse, unter besonderer Berücksichtigung der schweizerischen Praxis, 1949.
  • Willi, Jost Nikolaus: Der Fall Jacob-Wesemann (1935/1936). Ein Beitrag zur Geschichte der Schweiz in der Zwischenkriegszeit, 1972.
  • Heberlein, Fritz: Zeitgenossen, 1974, pp. 184-189.
  • Tages-Anzeiger, 9 e 10.7.1975 (necrologio).
  • Zürichsee-Zeitung, 10.7.1975 (necrologio).
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Markus Bürgi: "Zellweger, Eduard", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.10.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/006770/2021-10-25/, consultato il 25.05.2022.