de fr it

CorradoMolo

26.11.1792 Bellinzona, 1.4.1864 Milano, catt., di Bellinzona. Figlio di Vincenzo. Luigia Bonzanigo, figlia di Pietro. Avvocato attivo a Bellinzona, fautore della Riforma del 1830, fu uno degli esponenti più noti e autorevoli della corrente dei liberali moderati. Fu ispiratore e occasionalmente redattore dell'Iride (1836-38), settimanale di tendenza moderata, e poi della Nuova Gazzetta del Cant. Ticino (1839), che aveva assorbito il primo. Deputato alla Dieta fed. (1830-32 e 1834), partecipò alla stesura dei Codici cant. penale e civile. Fu eletto in Gran Consiglio nel 1826 (pres. nel 1831 e 1833); vi restò fino al 1835, quando entrò in Consiglio di Stato. Dal 1837 in governo formò con Giovanni Battista Riva un'alleanza detta "la imperante Dualità", divenuta nel 1838 la "Tripola" (con Giovanni Antonio Rusca). A capo del governo a maggioranza moderata rovesciato dalla rivoluzione del 1839, venne accusato di alto tradimento, processato e condannato in contumacia a tre anni di lavori forzati e all'interdizione dai pubblici uffici; a seguito di ciò, si stabilì definitivamente a Milano.

Riferimenti bibliografici

  • F. Panzera, Società religiosa e società civile nel Ticino del primo Ottocento, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 26.11.1792 ✝︎ 1.4.1864