de fr it

AlfredoFraschina

14.10.1883 Mauriac (Alvernia), 20.11.1959 Losanna, di Tesserete. Figlio di Camillo, ingegnere. 1) Léontine Papiantz; 2) Armida Antonini. Medico-chirurgo. Esponente e segr. del partito liberale radicale, fu deputato alla Costituente cant. (1921) e al Gran Consiglio ticinese (1921-22 e 1923-25), e membro del Consiglio di Stato (ottobre 1922-gennaio 1923; Dip. igiene, lavoro e militare). Fu inoltre pres. della Federazione delle Soc. liberali radicali ticinesi e direttore (1920-23), poi collaboratore del suo organo di stampa, Avanguardia. Intransigente, F. diede al giornale un accentuato carattere anticlericale; dalle sue colonne partirono pure attacchi durissimi all'indirizzo del "pateracchio", alleanza di governo tra le minoranze (socialisti, conservatori, agrari) contro i liberali. Uscito di scena, si trasferì dapprima a Romont (FR, 1932), poi a Losanna (1949).

Riferimenti bibliografici

  • G. Canevascini, Autobiografia, a cura di D. Baratti et al., 1986
  • R. Bianchi, Il Ticino politico contemporaneo, 1921-1975, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.10.1883 ✝︎ 20.11.1959