de fr it

Valle d'Abondance

Valle superiore della Dranse d'A. (Dip. Alta Savoia, F); prese il nome dall'abbazia, che ne costituì il centro per sei sec. Nel 1043 l'abbazia di Saint-Maurice fondò ad A. un priorato, indipendente dal 1108; il monastero, dedicato alla Vergine, venne elevato al rango di abbazia verso il 1130-40. Attraverso l'avogadria ecclesiastica dei signori di Féternes e, in seguito, dei conti di Savoia, l'abbazia possedeva diversi diritti signorili nella valle. Di fronte al pericolo di un'invasione dello Chablais da parte dei Bernesi, nel febbraio del 1536 le sette decanie dell'alto Vallese occuparono la valle; il 25.2.1536 due canonici suggellarono l'atto di sottomissione volontaria, ponendo così l'abbazia sotto la protezione delle decanie. In seguito alle proteste dell'abate, signore di Saint-Gingolph, la castellania di A., comprendente l'abbazia e la valle, in un primo tempo inclusa nel baliaggio (gouvernement) di Monthey, venne incorporata nel baliaggio di Evian in occasione della Dieta vallesana dell'aprile del 1539. Desiderosa di mantenere l'ordine in una regione prossima ai baliaggi bernesi di fede rif., la Dieta vallesana amministrò il territorio in maniera equilibrata, adoperandosi per conciliare gli interessi di valligiani e canonici e rispettando le elezioni degli abati Dominique Ciclat (1536) e Claude de Blonay (1550); essa rimediò inoltre a certi abusi, imponendo l'obbligo di residenza ai beneficiari delle cariche. Alla Dieta del maggio del 1538, i Vallesani riconobbero ufficialmente le franchigie dell'abate e, nel dicembre del 1539, si occuparono dei problemi economici dell'abbazia, in particolare fissando i giorni di mercato. Nel marzo del 1569 l'abbazia fu resa al duca di Savoia insieme ai baliaggi di Evian e di Aulps. In seguito alle pressioni esercitate da S. Francesco di Sales, nel 1604 i foglianti rimpiazzarono i canonici della regola di S. Agostino; nel 1761 l'abbazia fu soppressa dal papa. Fin dal ME, la valle d'A. conobbe, come del resto tutto lo Chablais, una forte emigrazione verso la Svizzera e in particolare verso il Vallese, che si intensificò soprattutto fra il 1750 e il 1850.

Riferimenti bibliografici

  • A. Donnet, «L'occupation du Chablais oriental par les Valaisans (1536-1569)», in Vallesia, 15, 1960, 155-177
  • H. Baud, J. Y. Mariotte, Le Chablais, 1980 (rist. 1994)
  • HS, IV/I, 497-499

Suggerimento di citazione

Fayard Duchêne, Janine: "Abondance, valle d'", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 19.02.2001(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007019/2001-02-19/, consultato il 29.11.2020.