de fr it

Murbach

L'abbazia di M. presso Gebweiler (Alsazia) fu fondata nel 727 dal conte Eberhard, un discendente degli Eticoni, e consacrata da S. Firmino. Grazie al sostegno dei re franchi e del vescovo di Strasburgo, il convento ottenne in breve tempo ampi privilegi quali l'immunità, la libera elezione dell'abate, l'esenzione dai dazi e diritti di giurisdizione. L'abbazia venne inoltre dotata di vasti possedimenti fondiari, situati principalmente nell'Augstgau, nel Frickgau e nel Sundgau, in Argovia, in Brisgovia e in Alsazia, nell'Ajoie, a Montbéliard e lungo la via dei passi dell'Hauenstein; le sue proprietà sparse andavano dalla Rezia al medio Reno. A metà del IX sec. anche il convento di Lucerna risultava in possesso di M., che assunse un ruolo di rilievo tra i conventi imperiali del periodo carolingio. L'abbazia disponeva di una grande biblioteca e di un proprio scriptorium, che accanto a un cospicuo lascito letterario e liturgico in antico alto ted. diede vita anche a una produzione storiografica autonoma (annali di M.). La vastità dei legami del convento è attestata anche dalle fratellanze di preghiera con i conventi di Reichenau, San Gallo, Remiremont (Vosgi) e Brescia. Se nel XII sec. si registrò un allentamento della disciplina monastica, nel XIII sec. l'abbazia consolidò notevolmente il proprio dominio spec. nelle valli della Thur e della Lauch (entrambe in Alsazia), ciò che fu all'origine di conflitti con il vescovo di Basilea e i conti d'Asburgo, avogadri del convento. Nel 1291 gravi problemi economici costrinsero l'abate di M. a cedere i diritti sulla città di Lucerna e i propri beni situati nella Svizzera centrale e in Argovia a re Rodolfo I d'Asburgo. Nel 1456 M. dovette rinunciare ai diritti sulla prepositura di Lucerna. Malgrado l'assenza di riforme nel tardo ME, l'abbazia riuscì a mantenere la sua importanza fino alla soppressione nel 1789. Nel corso del XVIII sec. il complesso abbaziale venne sottoposto a lavori di ristrutturazione.

Riferimenti bibliografici

  • A. Rohr, «Die vier Murbacherhöfe Lunkhofen, Holderbank, Rein und Elfingen», in Argovia, 57, 1945, 1-219
  • HS, III/1, 872-895
  • LexMA, 6, 939 sg.
  • LThK, 7, 538 sg.
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Jäggi, Stefan: "Murbach", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 02.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007090/2009-07-02/, consultato il 20.06.2021.