de fr it

San Michele della Chiusa

Abbazia benedettina fondata tra il 983 e il 987 sul monte Pirchiriano, all'ingresso della val di Susa (Piemonte); (franc.: Saint-Michel de la Cluse). Nel 1381 fu data in commenda da papa Clemente VII ad Amedeo VI di Savoia. Importante meta di pellegrinaggio grazie alla sua collocazione lungo la via Francigena, estese presto la propria influenza anche al territorio della Conf. I conti di Ginevra donarono all'abbazia la valle di Chamonix nel 1090 ca. e il priorato di Port-Valais all'inizio del XII sec., poi acquistato dalle decanie nel 1570; il priorato benedettino di Burier, menz. nel 1163, dipese da S. fino al 1536, quando fu secolarizzato. I futuri vescovi di Losanna Guillaume de Challant e Guillaume de Varax divennero abati di S. nel 1390 risp. nel 1446. L'abbazia fu soppressa da papa Pio VII nel 1803.

Riferimenti bibliografici

  • G. Sergi, La produzione storiografica di San Michele della Chiusa, 1983
  • HS, III/1, 69 sg.
  • P. Cancian, G. Casiraghi, Vicende, dipendenze e documenti dell'Abbazia di S. Michele della Chiusa, 1993