de fr it

Valtravaglia

Valle prealpina della provincia it. di Varese, che si estende da Grantola a Germignaga, presso Luino, sul lago Maggiore, percorsa in parte dal torrente Margorabbia. Suoi centri sono Mesenzana, Domo e Porto. Colonizzata già in epoca preistorica e romana, dall'VIII sec. fu feudo del monastero di S. Pietro in Cielo d'Oro di Pavia. Castellanza sottoposta al dominio dell'arcivescovo di Milano nel XIII sec., fece poi parte del feudo di V. concesso da Filippo Maria Visconti al conte Franchino Rusca nel 1438. Nel 1513 fu occupata dai Conf. che, in seguito alla pace perpetua del 1516, la cedettero definitivamente ai Rusca in cambio di Mendrisio e della pieve di Balerna (1521); da allora le sue sorti furono legate a quelle del ducato di Milano.

Riferimenti bibliografici

  • E. Motta, «I Rusca signori di Locarno, di Luino, di Val Intelvi, ecc. (1439-1512)», in BSSI, 1895-1900 (contributo su più nn.)
  • C. M. Rota, La Valtravaglia, 1927
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Ambiente naturale / Valle