de fr it

Jean-PierreSchmidtmeyer

24.6.1768 Ginevra, 8.5.1830 Ginevra, rif., di Ginevra. Figlio di Melchisédec, commerciante, e di Anne Victoire Lalouet. (1805) Anne Fatio, figlia di Jean-Baptiste, syndic di Ginevra. Studiò lettere (1784) e filosofia (1786) all'Acc. di Ginevra. Avvocato (1792), fu membro del Consiglio legislativo (1796), commissario del Direttorio franc. e giudice al tribunale civile (1798-1800) e membro del governo provvisorio ginevrino (1813-14). Nel 1814 fece parte della delegazione inviata a Zurigo presso i rappresentanti della coalizione antifranc. e poi partecipò con Joseph Des Arts alla Dieta fed. del 1815, dove negoziò l'annessione di Ginevra alla Svizzera. Più volte delegato alla Dieta fed., fu membro del Consiglio di Stato (1814-30), sette volte syndic di Ginevra (1816-28) e giudice alla Corte suprema (1829). Fece parte della loggia massonica degli Amici sinceri e della Soc. economica (pres. nel 1801).

Riferimenti bibliografici

  • Livre du Recteur, 2, 517
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.6.1768 ✝︎ 8.5.1830