de fr it

MelchiorDiethelm

4.12.1800 Schübelbach, 7.6.1873 Lachen, catt., di Schübelbach e Lachen. Figlio di Josef Caspar, agricoltore, e di Anna Maria Hegner von Galgenen. Maria Josefa Dobler, figlia di Caspar Leonz, agricoltore. Frequentò il liceo a Lucerna e studiò medicina alle Univ. di Friburgo in Brisgovia e Vienna. Nel 1827 aprì uno studio medico a Lachen. D. fu una figura dominante del movimento di opposizione radicale dei distr. esterni del territorio di Svitto, spec. durante i disordini del 1832-33, che reclamavano una riforma della Costituzione cant. Nel 1832 venne eletto Landamano del distr. della Marca; fu pure pres. della costituente incaricata della creazione del semicant. di "Svitto Esterno". La divisione del cant. venne sancita dalla Dieta il 22.4.1833, ma un intervento della Conf. riportò l'11.10.1833 alla riunificazione. Eletto Vicelandamano di Svitto nel 1833, fu però costretto a lasciare la carica nel 1834. Nella controversia del 1838 tra liberali e conservatori (Horn- und Klauenstreit), D. fu a capo dei liberali. Nel 1843 lavorò per tre mesi come redattore presso la Neue Zürcher Zeitung. Dopo la guerra del Sonderbund divenne membro del governo cant. provvisorio e del consiglio responsabile della revisione della Costituzione del 1833. Nel dicembre 1847 venne nominato delegato alla Dieta fed. Quale membro della commissione per la revisione del Patto fed., contribuì in maniera decisiva all'introduzione del sistema bicamerale ispirato al modello americano. D. fu attivo in politica fino in età avanzata: fu giudice cant. e sindaco di Lachen (1852-54), Landamano del distr. della Marca (1856-58) e nuovamente sindaco di Lachen (1866-70). La figura di D. non solo simboleggia la storia delle lotte per l'indipendenza del distr. esterno, ma anche quella della creazione del moderno cant. di Svitto.

Riferimenti bibliografici

  • K. Michel, Zum hundertsten Todestag: M. Diethelm , 1973
  • P. Wyrsch, Der Kanton Schwyz äusseres Land, 1831-1833, 1983
  • K. Michel, «Landamme Chruselchopf - der personifizierte Protest», in Mitteilungen des HistorischenVereins des Kantons Schwyz, 92, 2000, 159-172
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.12.1800 ✝︎ 7.6.1873