de fr it

Hans ConradFinsler

18.8.1765 Zurigo, 21.12.1839 Berna, rif., di Zurigo. Figlio di Hans Georg, commerciante e membro del Piccolo Consiglio, e di Anna Barbara Escher vom Glas. (1788) Dorothea Escher vom Glas, figlia di Salomon, Consigliere e balivo. Fu allievo di Johann Heinrich Füssli (detto l'Obmann). Insieme al fratello Hans Jakob (1767-1835) diresse il setificio paterno (fino al 1808) e la banca Gebrüder Finsler & Comp. (dal 1803). Tenente, dal 1787 fu membro della Soc. matematica militare di Zurigo (pres. 1816); nel 1795 divenne aiutante generale d'artiglieria. Fece parte del Consiglio dei Dodici della corporazione dell'Ariete (1796). Primo ministro delle finanze sotto l'Elvetica (1798-99), fu destituito su sollecitazione di Frédéric-César de La Harpe. Dopo il primo colpo di Stato del gennaio 1800 entrò a far parte del comitato esecutivo, in seno al quale fu responsabile tra l'altro degli affari militari. Guidò il secondo colpo di Stato e divenne membro del Consiglio legislativo (1800-01). Nel 1802 appoggiò la rivolta contro il governo dell'Elvetica a Zurigo. Fu membro del Piccolo e del Gran Consiglio del cant. Zurigo (1803-29, responsabile delle finanze, delle costruzioni, dell'ufficio del sale), pres. del direttorio commerciale (1806-29) e Consigliere di Stato (1814-29). Colonnello quartiermastro (1804-29), dal 1815 al 1829 progettò la costruzione di un sistema di fortificazioni per l'insieme del territorio nazionale. Durante la mobilitazione del 1815 rivestì temporaneamente la carica di quartiermastro generale e in alcune occasioni di comandante in capo ad interim con il grado di maggiore generale. Nel 1816 fu insignito dalla Dieta fed. di una spada dorata. Iniziatore della topografia nazionale, ne diresse i lavori dal 1809 al 1829, redigendo diverse relazioni per la Dieta fed. Nel 1829 il fallimento della banca diretta dal fratello, nella quale F. aveva investito cospicui crediti provenienti spec. dall'ufficio del sale, lo costrinse a ritirarsi da ogni carica. Si trasferì a Berna, dove rimase attivo come membro della commissione di topografia.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BBB
  • J. H. Graf, Die Schweizerische Landesvermessung 1832-1864, 1896
  • L'Etat-major, 3, 59
  • D. Gugerli, D. Speich, Topografien der Nation, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF