de fr it

UlrichZehnder

20.1.1798 Oberengstringen, 11.7.1877 Zurigo, rif., di Oberengstringen. Figlio di Daniel, falegname, e di Elisabeth Notz. 1) (1821) Anna Maria Magdalena Nabholz, figlia di Friedrich Ludwig, spazzolaio; 2) (1858) Josephine Stadlin. Dopo una formazione come chirurgo a Zurigo (1814-17), studiò medicina a Zurigo e Würzburg (1817-21), superando l'esame di Stato (1821) e conseguendo il dottorato (1824). Dal 1822 fu medico a Zurigo. Deputato al Gran Consiglio zurighese (1832-39 e 1842-69, pres. 1844, 1850 e 1863), fu anche Consigliere di Stato (1834-39 e 1843-66) e membro del Consiglio dell'educazione (1834-39 e 1843-49, pres. 1845-49). Fu il primo rappresentante della campagna zurighese a ricoprire la carica di borgomastro (1844-66) risp. di pres. del governo cant. (dal 1850). Uomo politico liberale e abile oratore, quale Consigliere di Stato stilò una legge sui poveri (1836) e una sulla medicina (1854) e promosse tra l'altro la fondazione della clinica psichiatrica cant. del Burghölzli (decreto del Gran Consiglio del 1864). Delegato zurighese alla Dieta fed. (1836, 1846 e 1848), contribuì in maniera significativa all'elaborazione della Costituzione fed. Rimase estraneo al movimento democratico, benché si fosse sempre impegnato in politica sociale, tra l'altro quale membro della Soc. di utilità pubblica del cant. Zurigo (dal 1835, pres. 1853-61) e della Soc. sviz. di utilità pubblica (dal 1835, pres. centrale 1853-75) e redattore della Rivista sviz. di utilità pubblica (1867-70).

Riferimenti bibliografici

  • S. G. Schmid, Die Zürcher Kantonsregierung seit 1803, 2003, spec. 336 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Schumacher, Beatrice: "Zehnder, Ulrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007329/2014-02-03/, consultato il 24.10.2020.