de fr it

Ferney-Voltaire

Com. del Pays de Gex (Dip. Ain, F), a 8 km da Ginevra; (fino al 1758: Fernex; in seguito: Ferney; dal 1878: Ferney-Voltaire). Pop: 20 fuochi nel 1453, 35 nel 1568, 41 nel 1759, 184 nel 1780; nel XIX sec., e fino al 1960, da 900 a 1200 ab.; 7291 nel 1997. F. appartenne a Berna (1536-67), alla Savoia (1567-89), a Ginevra (1589-1601) e alla Francia (dal 1601); è com. autonomo dal 1793.

F. fece parte della Colonia Iulia Equestris. Nell'alto ME sorse, attorno a una villa galloromana, un villaggio, che fu sede di una giurisdizione e di una parrocchia. F. è menz. per la prima volta nel 1150, la parrocchia nel 1344 e il castello nel 1356. I possedimenti dei Fernex erano beni allodiali; la signoria, creata nel 1453 dal duca di Savoia per Etienne Frédéric de Lucques, passò in successione alla fam. La Frasse e ai de Montfalcon, di cui due membri furono vescovi di Losanna: Aymon e Sébastien. Terra ecclesiastica, nel 1536 venne annessa da Berna e poi venduta ai de Gingins (1554); in seguito passò ai Chevallier nel 1594 e ai de Budé, fam. rif. di Ginevra, nel 1674. La chiesa di S. Andrea, che con l'introduzione della Riforma era divenuta rif., ritornò alla vecchia fede nel 1612. La chiesa rif., eretta nel 1673, fu demolita nel 1685. Per l'edificazione di un nuovo tempio rif. si dovette attendere fino al 1824. Nel 1826, in occasione della costruzione della nuova chiesa catt. di Nostra Signora, quella vecchia fu annessa al castello. Voltaire acquistò la signoria nel 1759, fece ricostruire il castello e la chiesa nel 1761 e accolse catt. e prot. in un nuovo villaggio, situato lungo la strada Ginevra-Gex.

Tra il 1758 e il 1778 Voltaire promosse svariate attività artigianali (produzione di vasellame, orologeria, lavorazione della seta), nel tentativo di diversificare un'economia rurale molto povera e interamente rivolta verso Ginevra, i cui cittadini acquisirono sempre più beni e possedimenti nella campagna circostante. La creazione delle zone franche, nel 1814, accrebbe ulteriormente questa dipendenza economica. Nel 1602, il 25% delle terre apparteneva a Ginevrini, nel 1964 il 30% era sfruttato o posseduto da cittadini sviz. Nel XX sec., l'insediamento a Ginevra di numerose org. intern. (ONU, OIL, CERN) accentuò il fenomeno del frontalierato. La città moderna è sorta alla periferia del vecchio villaggio di Ferney.

Riferimenti bibliografici

  • L. Choudin, Histoire ancienne de Fernex, aujourd'hui appelé Ferney-Voltaire, des orgines à 1759, 1989
  • Ferney-Voltaire: pages d'histoire, 19902
Link
Controllo di autorità
GND