de fr it

Buonas

Antica signoria e fortezza risp. castello nel com. di Risch (ZG). La fortezza di B., una costruzione rettangolare con torre incorporata nell'angolo sud ovest, fu edificata probabilmente nell'XI sec. sulla penisola di B. del lago di Zugo; distrutto da un incendio del 1478, il complesso fu ricostruito nel 1494-98. Nel 1130 è menz. per la prima volta una fam. di cavalieri di B., praticamente sconosciuta. Attorno al 1260 i signori von Hertenstein, più tardi fam. di Consiglieri di Lucerna, ereditarono la signoria situata sulle rive del lago tra Böschenrot e Zweieren e dotata di diritto di mercato e di traghetto. Nel 1656 Katharina von Hertenstein firmò un contratto con cui cedette la signoria a suo marito, Johann Martin Schwytzer von Buonas. Attorno al 1298 il diritto di collazione della chiesa parrocchiale di Risch, situata nella signoria di B., fu assegnato agli Hertenstein e restò alla fam. fino al 1798, quando fu venduto ai parrocchiani. I signori di Lucerna che detenevano i diritti di giurisdizione ebbero numerosi conflitti con la città di Zugo in merito ai diritti territoriali e ad altri diritti su B., inserito nel baliaggio zugano di Gangolfswil. Con l'aiuto della città di Lucerna si affermarono i von Hertenstein, che nel 1600 emanarono un ordinamento giur. completo, e gli Schwytzer von Buonas, che nel XVIII sec. introdussero la filatura della seta. Nel 1782 due cittadini di Zugo acquistarono il castello e la signoria; nel 1798 i diritti di signoria furono aboliti. Da allora il castello è proprietà privata; nel 1997 il gruppo chimico Roche lo ha acquistato per farne un centro di congressi. Tra il 1873 e il 1877 venne costruito, accanto a quello originario, un nuovo castello in stile anglo-scozzese (demolito nel 1969).

Riferimenti bibliografici

  • R. Hediger, Risch, [1986]
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Morosoli, Renato: "Buonas", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.11.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007380/2010-11-03/, consultato il 24.01.2021.