de fr it

HeiligkreuzZG

Convento, dal 1982 priorato delle suore benedettine di Monte Oliveto situato nel com. di Cham (ZG). Fu fondato nel 1853 dalle suore dell'ist. di Baldegg, che all'epoca era stato chiuso dal governo di Lucerna. Per opera di benefattori, nella cappella della S. Croce (in ted. H.) a Lindencham sorse l'ist. Baldegg-Cham (1859). La comunità, sottoposta inizialmente al vescovo di Basilea e guidata fin dal 1858 da una madre superiora, si separò da Baldegg nel 1862. Sull'esempio della congregazione di Menzingen, le suore si dedicarono alla formazione e alla cura degli orfani (statuti del 1859), insegnando presso scuole com. per ragazze e offrendo la propria opera negli ospizi dei poveri dei cant. Zugo e Lucerna.

Dopo essere state riconosciute dal governo di Zugo come corporazione religiosa (1865), le suore ampliarono l'ist. e l'offerta scolastica. Ai corsi di economia domestica si aggiunsero la formazione di maestre per la scuola elementare (1902), l'insegnamento di lavori manuali (1910) e la scuola dell'infanzia (1928), come pure i corsi di commercio, lingue e cure sanitarie. La comunità aprì vari centri esterni, come l'ist. femminile Wiesholz nel com. di Ramsen (1884), lo stabilimento di cura Kneipp a Dussnang (1898), e case di cura e sanatori a Unterägeri e Davos (1912-34). Dal 1933 H. fu a capo dell'ospedale cittadino di Zugo, come pure della locale scuola per infermieri (dal 1960), prima che passasse sotto il controllo del cant. nel 1981.

Nel 1931 H. contribuì allo sviluppo della missione di Yenki (Manciuria orientale), istituendo un proprio noviziato. Nel 1951 le suore dovettero fuggire da Yenki e si trasferirono a Pusan (Corea del Sud), dove fondarono la sede di una missione con un ospedale. La crescente importanza di questo centro indusse le religiose nel 1982 a suddividere la comunità nei due priorati di H. e Pusan, ciascuno diretto da una priora. Negli anni 1990-2000 le suore di Pusan hanno avviato la ricostruzione della missione di Yenki.

La comunità aderì nel 1892 alla congregazione benedettina di Monte Oliveto; da allora il padre spirituale proviene dall'abbazia di Einsiedeln. La riforma del convento del 1962 ottenne l'approvazione del papa nel 1963. Dal 1966 furono rinnovati l'internato, il convento e la cappella di S. Croce. La diminuzione del numero delle religiose ha costretto H. a chiudere diverse sedi esterne (dopo il 1980). Le suore a H. erano 60 nel 1889, 347 nel 1940, 366 nel 1962 e 128 nel 2002, mentre a Pusan se ne contavano 48 nel 1962 e 400 nel 2002.

Riferimenti bibliografici

  • HS, VIII/2, 338-356