de fr it

Wikonbaliaggio

Signoria lucernese esistita fino al 1798, che comprendeva le basse giurisdizioni (Twinge) non limitrofe di W. e di Roggliswil, acquisita dai signori von Büttikon e integrata nella signoria prima del 1303 ca. Signoria nobiliare autonoma, fu in possesso dei conti von Frohburg, de Neuchâtel-Nidau, von Thierstein, von Falkenstein e von Kyburg. I feudatari più importanti furono i von Büttikon. Nonostante Lucerna avesse acquisito la signoria di Willisau, da cui dipendeva W., nel 1407 e 1415, i signori von Büttikon riuscirono, grazie al sostegno bernese, ad affermare i loro diritti fino alla ridefinizione dei confini tra Berna e Lucerna (1470). Nel 1415-16 W. fu a disposizione di Berna. Nel 1444 la fortezza fu occupata da Lucerna, che nel 1472 compare come signore feudale e nel 1476 ottenne il feudo da Thüring von Büttikon. W. fu trasformata in baliaggio e il complesso fortificato in residenza balivale. Soggetta per l'alta giustizia al baliaggio di Willisau, era la sola signoria lucernese assegnata in feudo a membri del Gran Consiglio in cui questi ultimi risiedevano direttamente in loco quali balivi (Schlossvögte). Durante le guerre di Kappel e Villmergen W. fu una fortezza di confine. Lo stretto intreccio tra diritti appartenenti a com. e cittadini bernesi e lucernesi (decime, legnatico, diritti signorili sulle acque fino a Langnau bei Reiden e Brittnau) fu all'origine di ripetuti accordi e regolamenti transfrontalieri.

Riferimenti bibliografici

  • F. Glauser, J. J. Siegrist, Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977